Yamaha Tracer 700

Test: Yamaha Tracer 700 (Baujahr 2020)

La leggerezza dell'essere

imageFoto: Motorradtest.de

Yamaha ha un vero bestseller nella sua gamma con l'MT-07: motore di classe, telaio e la qualità è giusta anche con la naked bike. Quindi è ovvio espandere la linea motociclistica basata su questa moto. Voilà – Aspetto della Yamaha Tracer 700, un crossover. E subito a noi per il test.

Nessuna bici da avventura

Gli sviluppatori non devono aver studiato genio in una posizione di insegnamento per trovare questa possibilità: prendi il cliente nel programma e metti su altri modelli sulla sua base. Le famose bici da avventura vengono in mente immediatamente, ancora una volta l'alto talento ha ancora una pausa. Ma devi essere preciso, perché il Tracer non è diventato un vero e proprio enduro di viaggio per ogni terreno, non dovrebbe essere neanche. Hai un esterno attraente, una posizione seduta verticale e il parabrezza è in cima. Terreno? Oh cosa, non puoi fare niente comunque.

C'è qualcosa al riguardo. Ha sicuramente un bell'aspetto. A proposito, la Yamaha è un buon esempio della divisione mondiale del lavoro: mentre il design e il telaio provengono dall'Italia, i giapponesi spingono ancora il motore e il cambio dalla loro patria – in Francia, più precisamente, dove tutto viene poi assemblato.

imageimageimage

Non spettacolare e buono

Il risultato è una moto di medie dimensioni, che garantisce al passeggero una guida confortevole. Inoltre, si trova un po 'più in alto del conducente (la cui altezza del sedile: 840 millimetri), che garantisce una buona panoramica. Il fattore decisivo è il peso: solo 196 chili portano il tracciante completamente rifornito, nonostante il generoso rivestimento. Come questo modella la guida, andremo allo stesso modo.

La Yamaha costa 8.499 euro, circa mille in più rispetto alla base - la Tracer 700 è ancora economica per un crossover. L'MT-07 viene utilizzato per il motore e altre tecnologie. Il motore a due cilindri lo porta a 74 CV dai 689 metri cubi. La coppia massima di 68 Newton non suona alla grande, è a 6.500 giri/min.

Tutti i dati vitali vengono visualizzati in un display LC. A prima vista, questo sembra un po 'vecchio stile. Ma questo potrebbe essere dovuto al fatto che Yamaha è limitata. Quando i produttori competono sui loro grandi modelli, Yamaha è autocontrollo proprio dove viene visualizzata la temperatura media di Tibuktu e dove la connessione è per il beamer. È abbastanza utile non vedere sul display della moto se è stata ricevuta una nuova e-mail. Anche questo può essere un progresso oggi.

Allora andiamo.

image

Leggero ma non instabile

Le sorprese di solito cadono allo stesso modo in Yamaha: non ce ne sono quasi. Quindi il motore medio-forte si avvia immediatamente, la frizione è liscia e il cambio è estremamente preciso. Il due cilindri, che suona un po' più ruvido dei normali gemelli a causa del trucco del perno di sollevamento spostato, attrae ordinatamente. 74 CV non sono il mondo all'inizio. Fino a quando la frizione non viene bruscamente rotta all'inizio e la vista in avanti è offuscata dalla ruota anteriore a livello degli occhi. C'è un ottimo motore al lavoro qui, devi solo dirlo. Per completezza, non esiste un controllo della trazione.

Procede in modo non spettacolare e uniformemente veloce a causa della curva di coppia piuttosto lineare. E nonostante il favoloso motore, questo non è l'elemento determinante di Yamaha. La fisica della guida determina qualcosa che non può essere sostituito dal doppio della potenza: un peso ridotto è sempre un vantaggio. Questo non è vero solo nel terreno, perché non vuole andare lì - vedi sopra. Ma come il tracciante si dirige, così spontaneo, leggero e tuttavia fiducioso, che ha qualcosa. Questa caratteristica è supportata dalla ruota anteriore da 17 pollici relativamente piccola. In questa forma, solo la brutale Ducati Multistrada 1260 può permettersi una cosa del genere.

Brutale? Non c'è più nulla che la Yamaha sarebbe ulteriormente. Piuttosto, è la compagna ben curata per ogni giorno, ovviamente abbastanza adatta per viaggiare. Tuttavia, non ha un'alta velocità continua in autostrada. La resistenza alla guida vince contro i 74 CV, la corsa confortevole al posto del prato è all'ordine del giorno. Una breve presa al parabrezza, arriva sei centimetri più in alto, e rilassarsi è lo slogan.

Semplicemente buono

Anche alla fine dei nostri piacevoli chilometri di prova, la conclusione rimane la stessa: questa è una buona moto. Adatto per l'uso quotidiano, sui voli a lungo raggio, né la pressione del vento né un angolo estremo del ginocchio, la comoda panca o il funzionamento che risolve i puzzle sono fastidiosi.

Lo Yamaha Tracer 700 è facile, soffice e controllato. Yamaha. Questo è vero, e questo non dovrebbe sorprendere, per la lavorazione esperta e di alta qualità.

Se vuoi aggiornare il tuo tracciante in fabbrica, hai una scelta di vari accessori e quattro pacchetti. La gamma spazia dal parabrezza più grande, allo scarico sportivo a vari contenitori e borse. Ma poi c'è la fine a buon mercato: l'attrezzatura completa aumenta il prezzo a oltre 12.000 euro.

La bici di prova ci è stata fornita da Tecius & Reimers ad Amburgo.

Strumenti:

Pacchettoviaggi €1248,95

Set di valigie

Parabrezza alto

Panca comfort

Connessione USB nella cabina di pilotaggio

 

Pacchettoweekend €772.95

Borse morbide ABS

Parabrezza alto

Tankpad

Connessione USB nella cabina di pilotaggio

 

Pacchettourbano €439,95

Connessione USB nella cabina di pilotaggio

Portapacchi

Maiuscole/minuscole

Schienato Sonzio

 

PacchettoSport 419.95€

Titolare della targa corta

Guardia

Prezzo / Disponibilità / Colori / Anni di costruzione

  • Prezzo: 8.499€
  • Usato (3 anni): 5.700€
  • Anni di costruzione: dal 2020
  • Disponibilità: buona
  • Colori: grigio icona, grigio sonico, blu fantasma
Aperto
Vicino
waveform

Pro e Kontra

  • Motore
  • Elaborazione
  • Comfort
  • Pacchetto totale
  • Parabrezza piccolo

Nuove immatricolazioni del Tracer 700

Wettbewerber einblenden
Caricamento grafico in titolo...

Nuove immatricolazioni del Tracer 700

Wettbewerber ausblenden
Caricamento grafico in titolo...
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Crossover
Eia
8.499 €

Dimensioni

Lunghezza
2.138 mm
Altezza
1.270 mm
Peso
196 kg
posto a sedere
835 mm
Passo
1.404 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Contenuto del serbatoio
17 l
Velocità massima
200 km/h

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
Numero
Numero di cilindri
2
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
689 cc
Foro
80 mm
Hub
68,6 mm
Prestazione
75 CV
Coppia
68 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Viaggio:
130 mm
Puntone posteriore
Mono-piuma
Viaggio:
130 mm
Posteriore sospeso
Forcellone un due braccetto
Freni davanti
Doppio disco
282
Freni posteriori
discoteca
245

Ulteriori prove

Foto: Dietmar

Yamaha FJR 1300 AE

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e

Yamaha XSR 900

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e

YAMAHA MT-09 (2021)| TEST (tedesco)

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Foto: BikeReview.info

Yamaha SCR 950

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e