Yamaha MT-09 SP

Yamaha MT-09 SP in rassegna (Baujahr 2021)

Cosa può fare meglio dell'SP mt-09 standard?

Yamaha MT-09 SP Foto: BikeReview.info
 
Cosa può fare meglio dello Yamaha MT-09 SP rispetto allo standard MT-09 da 1.800 Euro più economico? Quali sono le differenze e vale la pena spendere il prezzo extra per la variante SP più nobile? Il nostro editor di test Dietmar fa un viaggio sull'SP e descrive le sue impressioni.

È così che la

Eccolo lì, il nuovo SP. Sono disponibili solo in un colore chiamato "Prestazioni icona". Ma non solo la verniciatura li distingue dalla SP standard, la forcella Kayaba USD anodizzata in oro e il forcellone in alluminio lucido catturano immediatamente l'attenzione. E anche i cerchi blu hanno solo la SP. A proposito, Yamaha ha risparmiato molto peso sui cerchi rispetto alla versione precedente, in modo che la SP 2021 pesi completamente solo 190 kg.
Icon Performace
Ci piace molto l'SP meglio del normale MT-09, tutto sembra molto elegante e progettato con amore. Stranamente, a molti fan di MT non sembra piacesse l'altalena in alluminio, perché secondo la loro opinione (vedi commenti del nostro test di YouTube) non si adatta all'immagine del telaio altrimenti grigio scuro e delle parti del motore. Non possiamo trovarlo affatto, al contrario: l'anello oscillante in particolare ha un effetto iper-di alta qualità su di noi.

Le altre differenze rispetto al normale MT-09 vengono rapidamente enumerate: puntone Öhlins regolabile con contenitore compensatore, panca più nobile e confortevole, leva e manubrio fresati neri e cruise control in serie. In sintesi: telaio migliore e aspetto più nobile. Se vale la pena il supplemento di 1.800 Euro, ti diremo più in basso dopo il test drive.
CockpitÖhlinsLichtmaske

Questo è ciò che dovrebbe essere in grado di fare

La Yamaha ha anche aggiornato il suo sistema tecnico. Tuttavia, questo non vale solo per l'SP, che arriva così come lo standard, a parte il cruise control. Ci sono quattro modalità di guida, un IMU 6 volte con controllo della trazione dipendente dall'inclinazione, un piccolo ma facile da leggere display a colori TFT e un QuickShifter che ora funziona in entrambe le direzioni e burro-morbido.

Novità anche la maschera lampada nella parte anteriore con luci di posizione e un unico faro a LED, in cui è stato integrato anche il fascio alto. Apparentemente, questo nuovo design del faro si polarizza, perché qui non ci sono solo elogi da parte degli utenti.

In ogni caso, il funzionamento delle funzioni di base è facile, le modalità di guida e il controllo della trazione possono essere regolati rapidamente con due interruttori a sinistra. Le altre funzioni di menu, d'altra parte, devono essere impostate con una ruota a girandola a destra, che è un po 'più faticosa.

SeitenansichtFoto: BikeReview.info

È così che si guida

Quindi sediamoci - e non notiamo grandi cambiamenti rispetto all'MT-09 standard. L'altezza del sedile e l'ergonomia sono identiche, ma la panca sembra un po 'più confortevole su di noi. Ti siedi in posizione verticale in modalità Streetfighter e grazie all'ampio manubrio pensi di avere immediatamente la macchina sotto controllo. Motore spento e spento!
 
La prima cosa che notiamo è il suono velenoso dell'SP. È stato il caso del normale MT-09 due settimane fa? Probabilmente già, ma sembra e suona meravigliosamente aggro di nuovo e quindi per niente dopo Euro-5. Lo scarico sottoscocca si rende ben piccolo, ma la tripla è costantemente presente e quando strozzata nudizza davvero il conducente e incoraggia a strozzare (controllo del suono in alto a destra).
 
MotorFoto: BikeReview.info
 
Durante la guida, notiamo differenze tra l'SP e il non-SP: l'SP sembra più fine e più sensibile. Questo ci ricorda la differenza tra una Triumph Street Triple RS e la normale Street Triple. Non che i modelli standard sarebbero cattivi, ma in qualche modo tutto sembra un po 'più prezioso con l'SP. E poi questa tripla! MannMann, la macchina si spegne. Ci si chiede inevitabilmente perché gli Hyper-Naked con 180 CV e più siano ancora lì. Bastano i 119 CV dell'MT-09 SP e la coppia di 93 Nm fa rallegrare la macchina verso l'alto dal seminterrato come niente di buono.
 
Freni, telaio, accelerazione, pull-through - tutti 1a. Nel complesso, lo Yamaha MT-09 SP si diverte tanto a guidare quanto su alcune altre naked bike. Va assolutamente preciso attraverso le curve e non infastidisce con reazioni che cambiano il carico o scatti di guida costanti o qualsiasi altra cosa. È solo divertente!

Conclusione: cosa rimane bloccato

Torna alla domanda di uscita: vale la pena il supplemento di 1.800 Euro per l'SP? Jein, si potrebbe dire. L'SP è la macchina leggermente più nobile e tecnicamente migliore dal punto di vista del telaio, ma se non ce l'hai così spessa, pensiamo che tu possa anche usare l'MT-09 standard.
 
Tuttavia, la competizione per le naked bike della classe medio-alta è dura: KTM 890 Duke R, Kawasaki Z900, Ducati Monster, Aprilia Tuono 660, Triumph Speed Triple RS - queste sono anche grandi macchine. Alla fine, molti potenziali acquirenti probabilmente dipenderanno dal motore: è solo una domanda di carattere se sei su quattro gemelli, tripli o in linea.
 
In ogni caso, l'MT-09 SP fa un bel po 'di diritto e in realtà nulla di sbagliato - tranne che per l'operazione aziendale, che è, tuttavia, altrettanto torbida tra i concorrenti. Ma come coppia non vuoi davvero andare in bici, vero?
 
La bici di prova ci è stata fornita da Tecius & Reimers ad Amburgo Eidelstedt - grazie.

Prezzo/Disponibilità/Colori/Anni di Costruzione

  • Prezzo: 11.599
  • Usato (3 anni): 10.000€
  • Anni di costruzione: dal 2018
  • Colori: blu-nero
Aperto
Vicino
waveform
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Nudo
Eia
11.599 €

Dimensioni

Lunghezza
2.090 mm
Altezza
1.190 mm
Peso
190 kg
posto a sedere
825 mm
Passo
1.440 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Da 0 a 100
3,4 s
Da 60 a 100
4 s
Contenuto del serbatoio
14 l
Consumo
5 l
Gamma
254 km
Velocità massima
225 km/h

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
3 cilindri, 4 tempi
Numero di cilindri
3
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
890 cc
Foro
78 mm
Hub
62,1 mm
Prestazione
119 CV
Coppia
93 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Telaio
Telaio tubo ponte
Parte anteriore delle sospensioni
41mm dollari, completamente regolabile
Viaggio:
130 mm
Puntone posteriore
Molla a bobina/ammortizzatore gas-idraulico
Viaggio:
122 mm
Posteriore sospeso
Forcellone un due braccetto
Freni davanti
Doppio disco
298 mm
Pneumatici nella parte anteriore
120/70ZR17M/C (58W) (Tubeless)
Freni posteriori
Disco singolo
245
Pneumatici posteriori
180/55ZR17M/C (73W) (Tubeless)
Ass
Abs

Ulteriori prove

Yamaha XSR 900

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e

Yamaha Tracer 900 GT

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Foto: Dietmar

Yamaha Ténéré 700

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Foto: BikeReview.info

Yamaha Niken GT

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e