Ducati SuperSport 950 S

Ducati SuperSport 950 S testata (Baujahr 2021)

Il nuovo SuperSport è un piccolo panigale o un tourer sportivo?

Ducati SuperSport 950 S TestFoto: BikeReview.info

Alla sua presentazione all'EICMA 2016, la SuperSport è stata prontamente votata la moto più bella della fiera. Fortunatamente, l'aggiornamento 2021 non cambia la bellezza di questa moto da corsa, ma Ducati ha aumentato significativamente le sue attrezzature. Abbiamo testato il nuovo SuperSport nella versione S e abbiamo trovato molta luce, ma anche poca ombra.

Ecco come sta lì

Le differenze tra la S e lo standard vengono rapidamente enumerate: la S viene fornita con sospensione Öhlins e copertura del sedile pillion - questo è tutto. Costa 15.890 euro e quindi 2.500 euro in più rispetto allo standard. A nostro avviso, un supplemento piuttosto pesante, soprattutto perché anche la normale SuperSport 950 con forcella Marzocchi e sospensioni sachs strut non è male. Tuttavia, c'è un'altra piccola differenza: solo la S è disponibile in bianco neve. In rosso Ducati, ovviamente, ci sono entrambe le versioni, ma almeno il nostro autore Dietmar pensa che la SuperSport sembri estremamente nobile, soprattutto in bianco.
SuperSport 950 in weiß
Foto: Ducati (fabbrica)

A differenza del nuovo Monster, Ducati ha lasciato molte cose nella SuperSport 950 come in realtà è tipico di un Duc: telaio tubolare nella parte anteriore, forcellone monobraccio, cerchio Y 3 volte, doppio arrossamento piuttosto forte e, naturalmente, l'L-V2 con controllo della valvola desmodromica. Tuttavia, queste cose erano già tutte con il predecessore, quindi cosa c'è di nuovo con il 950?

Per prima cosa, c'è il design. Il nuovo SuperSport si avvicina visivamente ancora di più alla Panigale con le sue branchie laterale. Dal davanti estremamente sottile, sembra un'atleta ben tonica e di alto livello, muscolosa, muscolosa, elegante. Poi c'è il sistema frenante Brembo M4, che fa un ottimo lavoro. E poi c'è anche il nuovo display a colori TFT, che già conosciamo dal nuovo mostro. I controlli sono simili, eppure l'operazione ci sembra più facile che con il predecessore. L'illuminazione è ora contemporanea in LED, le luci diurne di corsa sono di serie. Il motore e il telaio, d'altra parte, sono appena cambiati e anche la posizione della seduta e l'ergonomia sono in gran parte identiche. Peso, passo, altezza del sedile, lunghezza ecc. - tutto come al solito con il SuperSport.

Campione di sedile: Molto sportivo. La posizione di seduta è ancora più verticale di una panigale, ma devi sporgerti in avanti per includere le maniglie sorprendentemente sottili. I poggiapiede sono anche più indietro rispetto ai tourer sportivi "normali", quindi nel complesso c'è una posizione di seduta sportiva con un angolo del ginocchio affilato. Coloro a cui piace guidare sportivo lo apprezzeranno, ma per i tour più lunghi questo ferro è un po 'meno adatto.

CockpitKiemenAuspuff

Dovrebbe essere in grado di farlo

L'equipaggiamento tecnico del nuovo SuperSport 950 è fantastico: un Quickshifter super ben funzionante è di serie (a proposito, anche con lo standard), ci sono tre modalità di guida configurabili, controllo delle ruote, ABS in curva, valvole dell'acceleratore a controllo elettronico, ecc. Il controllo centrale è fornito dall'IMU 6 volte bosch, che si basa su ABS, mappatura del motore e otto volte (!) Influenze di controllo della trazione.

La cabina di pilotaggio è facile da leggere, ma le impostazioni di mappatura in basso a destra sono troppo piccole per noi. Bene, con una dimensione del display di 4,3 pollici, le opzioni di visualizzazione sono limitate. È incluso anche un computer di bordo, come dovrebbe essere. La nostra variante S è dotata di sospensioni Öhlins regolabili, che purtroppo non possiamo davvero giudicare con competenza a causa della mancanza di pista. In ogni caso, si sente bene e bene, il SuperSport. Sportivo teso, senza essere fastidiosamente a disagio.

seitliche Ansicht

È così che si guida

Allora facciamo un giro. Dopo l'inizio, noti immediatamente che hai a che fare con una Ducati V2. Piuttosto rumoroso, questa moto. Tuttavia, i veri tifosi ducatisisti lo vedranno in modo diverso o semplicemente gioiranno. Puoi semplicemente sentire questa bici in qualsiasi momento, il che è dovuto anche al suono. Il motore è un vero Desmo L-V2 con buone maniere. In fondo, il motore ora omologato a Euro-5 è ancora un po 'a scatti, senza il quale ci disturberebbe. Inoltre è meravigliosamente vivo, va bene, soprattutto in modo omogeneo al gas e può essere tifato ordinatamente verso l'alto.

 
Cosa spicca anche: questo Duc è molto facilmente accessibile. Anche i "principianti" o i nuovi arrivati Ducati vano d'accordo qui immediatamente. A differenza di altri tourer sportivi, la macchina perdona gli errori di guida e può, ad esempio, essere facilmente allineare o correggere in curva. A questo proposito, la Ducati SuperSport 950 non è un vero tourer sportivo a nostro avviso. È quindi effettivamente vietato un confronto con Yamaha FJR 1300 o BMW R 1250 RS. Lo facciamo comunque: il Duc è un vero sportivo con eccellenti caratteristiche di guida e meno buone capacità di tour.

Conclusione - quali bastoni

Ragazzo, che divertimento ci siamo divertiti! Soprattutto Volker, che voleva controllare il parabrezza in autostrada a poco meno di 250 km/h, non ha potuto resistere a un "Uy, sì!". A proposito, il parabrezza è regolabile, ma non senza attrezzi. Il parabrezza è in genere ok, ma il casco rimane al vento. Come già detto, il 950 non è un tourer.
 
Ok, ci sono alcuni svantaggi come e.B. il grande cerchio di svolta o il dissenso dell'aria calda a destra o le reazioni di cambio di carico tipiche del V2 o il costante jerking di guida, ma un vero Duc è solo una piccola diva, che deve contrarsi un po 'in un punto o nell'altro. Ed è esattamente quello che amiamo dei belli bolognesi, giusto? Bici fantastica!

La moto di prova ci è stata fornita dalla Ducati-Amburgo,dove è possibile testare molte altre macchine, per lo più rosse di Bella Italia oltre alla SuperSport.

Prezzo/Disponibilità/Colori/Anni di Costruzione

  • Prezzo: 15.890€
  • Usato (4 anni): 9.500 €
  • Anni di costruzione: 2017-2021
  • Colori: rosso, bianco
Aperto
Vicino
waveform

Pro e Kontra

  • freni eccellenti
  • rapinatore curva estremamente utile
  • facilmente accessibile
  • vero suono duc
  • grande cerchio di tornitura
  • Generazione di calore sul lato destro
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Tourer sportivi
Eia
15.690 €

Dimensioni

Lunghezza
2.119 mm
Altezza
1.155 mm
Peso
210 kg
posto a sedere
810 mm
Passo
1.478 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Contenuto del serbatoio
16 l
Consumo
5,6 l
Gamma
270 km

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
V2
Numero di cilindri
2
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
937 cc
Foro
94 mm
Hub
67,5 mm
Prestazione
110 CV
Coppia
93 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Telaio
Telaio del tubo reticolare cromo-molibdeno
Parte anteriore delle sospensioni
Forcella Öhlins USD 48 mm
Viaggio:
130 mm
Puntone posteriore
Öhlins mono montante regolabile in tensione, livello di pressione e precarico
Viaggio:
144 mm
Posteriore sospeso
Forcellone monobraccio in alluminio
Freni davanti
Doppio disco, pinze freno monoblocco Brembo a 4 pistoni M4.32 (fisse), montate radialmente
320 mm
Pneumatici nella parte anteriore
120/70-17
Freni posteriori
Disco singolo, pinze freno Brembo a 2 pistoni P34E
245
Pneumatici posteriori
180/55-17
Ass
Curva ABS

Ulteriori prove

Ducati Scrambler 1100

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Foto: Dietmar

Ducati SuperSport S

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Foto: Ducati

Ducati Monster 821

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e