Ducati Multistrada V4 S

Test: Ducati Multistrada V4S (Baujahr 2021)

Multistrada reinventata

imageFoto: motorradtest.de
La nuova Multistrada rompe con molte cose che finora hanno fatto una Ducati. V2? No. Telaio del tubo del reticolo. Niente. Controllo della valvola desmodroscopica? Höh

Tuttavia, o forse proprio per questo motivo, la nuova Multistrada è ora un'alternativa ancora migliore alla GS & Co. I nostri tester Volker e Dietmar sono entusiasti e non vogliono più dare alla macchina.

Ducati si assume il rischio pieno

I ducatisti ora devono essere molto coraggiosi. Una macchina bolognese senza desmodromik. Uff. E inoltre niente più martello a vapore V2 nel nuovo Multi, ma un V4 piuttosto coltivato con leve di traino. Prima che tutti si nascono dietro il divano, però, possiamo dare un avvertimento: la nuova V4 o V4S è ancora una vera Ducati. Eppure i giallorossi di Bologna rischiano un po'. Fino ad ora, le Multistradas erano moto molto indipendenti, che difficilmente potevano essere paragonate al bestseller d'avventura di BMW. La sensazione era troppo diversa: Ducati molto sportiva, BMW piuttosto un tuttofare e con molto comfort. Sportiva, ovviamente, la nuova Mulitstrada è ancora sportiva, ma ora sembra più adulta, non così giocosa come la più vecchia Multistradas.
 
Che questo spaventi o ecciti i veri fan della Ducati, non possiamo davvero prevedere. Possiamo solo consigliare a tutti: fai un test drive su questo piano. Cavalca davvero alla grande, ma più avanti. Prima di tutto, camminiamo intorno alla macchina e godiamo di molti dettagli della nostra macchina di prova molto ben attrezzata con il pacchetto di viaggio. C'è, ad esempio.B il lettering Mulistrada dall'aspetto nobile sulla testa del manubrio, il logo V4 sul sedile, il parabrezza, che può anche essere regolato con un dito durante la guida, o il pratico vano cellulare con connessione USB sul serbatoio.
Ducati Multistrada V4SFoto: motorradtest.de
 
La macchina si trova di fronte a noi come una dichiarazione: Guarda, sono nuovo, sto benissimo. Anche il punto di vista della grande panchina in due parti suggerisce che sia il conducente che le società sociali avranno una quantità estremamente grande di spazio. La nostra bici di prova ha un riscaldatore del sedile nella parte anteriore e posteriore, che il passeggero può impostare autonomamente con un pulsante separato in tre passaggi. L'autista lo fa tramite la cabina di pilotaggio. L'altezza del sedile può essere cambiata tra 840 e 860 mm senza attrezzi. Ciò consente a conducenti ancora più piccoli di classificare la macchina senza problemi. Il peso pronto all'uso di 243 kg si sente più leggero sul nuovo Duc di quanto suggerisca la scheda tecnica. Conclusione prima di partire: aspetto impressionante e alto comfort di seduta con posizione verticale e un ampio manubrio alu-coniato: questo profuma di divertimento e lunghi tour senza mal di schiena. Guarda un'occhiata.
V4S MotorMultistrada V4S Licht vorneV4S Schwinge

Questo è ciò che dovrebbe essere in grado di fare

Per quanto riguarda l'equipaggiamento tecnico, Ducati ha nuovamente sellato il V4S rispetto al 1260. Ora c'è un cruise control adattivo con radar. Questo sistema misura automaticamente la distanza dal front man e frena automaticamente, se necessario, e quindi dà anche di nuovo gas quando la corsa è libera. In altre parole, si imposta la velocità sull'autostrada e poi si può leggere un libro. Il sistema funziona perfettamente ed è in realtà un vero e proprio guadagno di comfort per fasi più lunghe. Sono a bordo i seguenti altri sistemi:

  • Curva di spegnimento ABS
  • Ride by Wire e quattro modalità di guida configurabili
  • controllo della trazione multisezione
  • Controllo wheely
  • Risposta motoria
  • Aiuto all'inizio della montagna
  • chassis elettronico incluso il controllo automatico del livello

Nonostante questa ricchezza di funzionalità, il funzionamento del Multi V4S è piacevolmente intuitivo. Certo, ci vuole un momento prima di capire la logica del menu, ma poi vengono apportate modifiche .B alla configurazione delle modalità di guida. Ogni modalità può essere regolata manualmente, anche se ci sono piaciuto le preconfigurazioni.

Motor

È così che si guida

Ok, allora vai. Inizia con keyless go e semplice pressione sull'accensione. La macchina è "spenta" e l'abitacolo prende vita. Con il nostro V4S, tra l'altro, questo è un TFT a colori da 6,5" (V4: 5 pollici) con uno sfondo nero e molti display senza confonderlo. La pressione sull'avviamento e sul V4 sta già ondeggiando. Anche se questo non è il mio primo giro di prova con una moto, sono entusiasta. Solo Ducati, Grande Emozione può farlo!
 
Prima di tutto, lentamente caldo. Splendidamente, il Duc pende sul gas, sembra sorprendentemente leggero. In ogni caso, più leggero dei 243 kg (pronti da guidare) che si trovano sulla mia scheda tecnica. Sembra più compatto del 1260 e meno nervoso. È eccellentemente bilanciato, nessun carico della testa, nessuna enfasi intenzionale sulla ruota anteriore. Non un po 'di SuperMoto, enduro di viaggio completo del programma.
 
Ok, ora fa caldo e io giro il Quirl - e quasi cado dalla moto. 170 CV non è solo teoricamente molto, ma anche un potere nella percezione soggettiva. Che motore! Mi beccano a farlo, sono più sulla strada ad alta velocità perché è solo più divertente. Il V4S può anche essere guidato low-touring. Nessun battito a catena o rombo come con molti V2, invece spinta in avanti coltivata e un motore estremamente elastico. Manca la sensazione di martello a vapore delle più vecchie multistrada V2 sottostanti, ma non mi manca nemmeno. A questo scopo, il Quickshifter morbido come il burro (serie sul V4S) è a bordo della nostra macchina di prova, che funziona anche in modo eccellente in entrambe le direzioni.
 
Multistrada V4SFoto: motorradtest.de
 
Anche il telaio è molto bilanciato per adattarsi al motore. La macchina si sente molto stabile senza apparire ingombrante. Al contrario, è manovrabile e fa esattamente quello che voglio. All'ingresso dell'angolo, la linea è mirata e il V4S viaggia attraverso la curva come se fosse da solo. Mi sento anche come il re della strada (country) grazie alla comoda posizione di seduta. L'angolo di sterzata è progettato per essere adatto: è possibile guidare cerchi estremamente stretti - buono per le manovre e per i passaggi alpini.
 

Conclusione: cosa rimane bloccato

Amico, è stato divertente! Volker e Dietmar sono d'accordo: un grande lancio dalla Ducati. I concorrenti devono vestirsi calorosamente e non vediamo l'ora dei primi test comparativi con GS & Co. Che i tifosi della Ducati siano entusiasti della nuova Multistrada come noi, non è da vedere. Oggettivamente, la nuova V4S è la moto migliore, ma l'una o l'altra preferirà ancora la 1260 con la grande V2, perché rappresenta le classiche virtù Ducati meglio della nuova Multi. Da questo punto di vista, anche questa macchina si polarizza un po', ma probabilmente deve farlo se Ducati vuole essere tra le prime 10. Riteniamo che l'opportunità di farlo sia molto buona. Si sente da molti pre-ordini, Ducati sembra aver fatto tutto bene. Auguri, Ducati!

La moto di prova che abbiamo gentilmente fornito da Bergmann & Söhne Bremervörde.

Prezzo/Disponibilità/Colori/Anni di Costruzione

  • Prezzo: da 20.9900 € (V4S)
  • Disponibilità: dal 02/2021
  • Colori: rosso, grigio
Aperto
Vicino
waveform

Pro e Kontra

  • Elevato comfort di seduta per autista e passeggero
  • Motore impressionante, sportivo e coltivato
  • Buon parabrezza e parabrezza facilmente regolabile
  • Maneggevolezza molto maneggevole ma stabile
  • Tecnicamente tutto a bordo (a pagamento) che il tuo cuore desidera
  • Freni, pneumatici, telaio: tutto fantastico
  • La gamma potrebbe essere migliore
  • Completamente attrezzato nessun affare

Nuove immatricolazioni della Multistrada V4 S

Wettbewerber einblenden
Caricamento grafico in titolo...

Nuove immatricolazioni della Multistrada V4 S

Wettbewerber ausblenden
Caricamento grafico in titolo...
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Avventura
Eia
€21.590

Dimensioni

Peso
240 kg
Ab. Peso
470 kg
posto a sedere
840-860 mm
Passo
1.567 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Contenuto del serbatoio
22 l
Consumo
6,5 l
Gamma
300 km
Velocità massima
255 km/h

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
V4
Numero di cilindri
4
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
1.158 cc
Prestazione
170 CV
Coppia
125 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Telaio
Telaio monoscoque
Parte anteriore delle sospensioni
Capovolto
Viaggio:
180 mm
Puntone posteriore
Monoammortizzatore
Viaggio:
180 mm
Posteriore sospeso
Forcellone un due braccetto
Freni davanti
Doppio disco
330 mm
Pneumatici nella parte anteriore
120/70-19
Freni posteriori
Disco singolo
265
Pneumatici posteriori
170/60-17
Ass
Curva ABS

Ulteriori prove

Foto: Ducati

Ducati Monster 821

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Foto: Dietmar

Ducati SuperSport S

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e

Ducati Scrambler 1100

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e