Ducati Streetfighter V2

Ducati Streetfighter V2 recensito (Baujahr 2022)

Test del nuovo razzo V2 nakedbike di Bologna

Ducati Streetfighter V2 TestFoto: motorradtest.de

Si tratta ancora di una Power-Nakedbike o già di una Hyper-Naked? Ducati posiziona abilmente il nuovo Streetfighter V2 tra il Monster e il V4 SF. Una mossa intelligente, perché non tutti vogliono stirare con oltre 200 CV sulla strada di campagna. Che lo Streetfighter V2 non possa essere lumpen in termini di prestazioni, siamo stati in grado di sperimentare su strade di campagna e autostrade. Che razzo!

Ecco come si presenta la Ducati Streetfighter V2

La prima impressione dello Streetfighter V2 è - non a caso - vicina allo Streetfighter V4. Anche se mancano le alette è possibile, se lo si desidera, ordinarle negli accessori Ducati. Anche sull'impianto di scarico e sul motore è possibile distinguere le due macchine l'una dall'altra. Altrimenti, sembrano molto simili, specialmente la "faccia del Joker" di fronte è quasi identica. La V2 sta lì potente, sinuosa, muscolosa e pronta a saltare.
 
Anche quando si tratta di dimensioni, peso ed ergonomia del sedile, le due sorelle non fanno molto l'una per l'altra. Con un'altezza della sella di 845 mm, la V2 è addirittura 10 mm più alta della SF V4. Il peso del V2 è solo 2 chili più alto con un serbatoio pieno di 200 kg. La più grande differenza tra le due moto è il motore - e il prezzo: a 16.990 €, il V2 è 3.000 euro più economico del V4.
 
 
Abmessungen, Gewicht und Sitzposition
 
Quando ci si siede, il confronto con la SF V4 si ripresenta. Su entrambe le Ducati Streetfighter siedi quasi allo stesso modo. Il manubrio è largo, ma non così alto come molte altre naked, in modo da assumere quasi automaticamente una posizione di seduta sportiva, inclinata in avanti e orientata alla ruota anteriore. Soprattutto quando si guida oltre i 100 km/h, questo risulta essere piacevole, in quanto ci si può tenere contro il vento senza alcun aiuto. Le pedane sono montate relativamente in alto, ma non troppo indietro.
 
Tour virtuale a 360 gradi intorno alla Ducati Streetfighter V2
Cockpit Streetfighter V2Federbein Streetfighter V2Bremsanlage Streetfighter V2

Cosa dovrebbe essere in grado di fare

Tecnicamente, la V2 sfrutta al massimo: IMU a 6 assi, controllo della trazione dipendente dalla piega e ABS in curva sono a bordo di serie, così come il super-sofficio QuickShifter. Il cockpit ospita un TFT a colori da 4,3", che visualizza molte informazioni un po 'piccole, ma può essere letto molto bene. Sono inclusi anche un EBC (Engine Brake Control) e un DWC (Ducati Wheelie Control) senza alcun costo aggiuntivo.

Lo stesso vale per l'e-gas e le tre modalità di guida Sport, Road e Wet. Il funzionamento avviene tramite due soli pulsanti. Nonostante l'enorme gamma di funzioni, le impostazioni più importanti possono essere effettuate quasi intuitivamente, le istruzioni operative non sono necessarie in ogni caso.

Lo Streetfighter V2 ha un pulsante separato per passare dalle luci diurne a LED agli anabbaglianti a LED. Gli indicatori di direzione hanno una funzione di reset automatico e sia dalla parte anteriore che da quella posteriore riteniamo che il design della lampada abbia successo.

Ducati Streetfighter V2 nur in rotFoto: Ducati

Ecco come si guida

All'avvio, il V2 mostra immediatamente dove è appeso il martello. Secondo il motto "Il cervo ruggisce" credi al V2 il rumore stazionario di 102 dB senza alcun dubbio! Il V2 apparentemente ha anche uno scarico flap, che commuta circa 6.000 UMin di nuovo un basso basso. I discepoli Ducati saranno felici di questo, gli avversari del rumore motociclistico si sentiranno confermati che le moto possono essere piuttosto rumorose ...
 
Prima di partire, diamo una rapida occhiata in giro. Forcellone monofacciale, leve super finemente fresate e regolabili, telaio monoscocca in alluminio e cerchi a 5 razze super belli deliziano l'occhio. Tutto sembra di alta qualità, tranne che per i coperchi del motore in plastica - qui il V4 ha il muso un po 'più avanti. Come pneumatici, Ducati si affida all'ottimo Pirelli Diablo Rosso 4 e anche la SF V2 ha una calibrazione automatica delle gomme da offrire.
 
Reifen
Dopo i primi metri diventa chiaro che la Streetfighter V2 è diventata una moto molto agile. Si sdraia quasi da solo nelle curve e non sembra traballante o nervoso. Ducati ha esteso il forcellone monobraccio di 16 mm rispetto alla Panigale V2, a vantaggio della stabilità. Le sospensioni sono perfettamente bilanciate con la forcella Showa Big-Piston USD completamente regolabile e il montante Sachs completamente regolabile. La macchina è sportiva stretta senza fastidio. A proposito, il sedile è leggermente più morbido della Panigale V2, il che è molto vantaggioso per il comfort di seduta.
 
L'impianto frenante merita una menzione speciale. Le pinze anteriori Brembo M4.32 sono scattanti, ma grazie ad altre pastiglie freno non così tossiche come la Panigale. Il V2 frena molto bene e può essere dosato altrettanto bene. E ora al motore: la L-V2 con 955 cc e fasatura desmodromica delle valvole è pura Ducati! Meravigliosamente si sente sotto di lui, quindi si sente davvero a suo agio da circa 5.000 UMin. Si gira volentieri verso l'alto e a 7.500 c'è di nuovo un vero pugno. I 152 CV sparano lo Streetfighter quasi senza sforzo fino a 240 km / h, che potremmo provare in autostrada (vedi video sotto).

Conclusione: cosa si attacca

Wow - Ducati mette su strada una moto straordinaria con la Streetfighter V2. Chiunque li abbia guidati una volta non lo dimenticherà di certo. A causa della V2, ci ha ricordato molto la KTM 1290 Super Duke R. Altri concorrenti includono la BMW S1000R, Suzuki GSX-S 1000, Honda CB 1000 R e Yamaha MT-10.
 
La moto di prova è stata fornita da Ducati Hamburg . Lì, il V2 e molte altre Ducati sono disponibili per i test drive. Vai avanti, non te ne pentirai.

Prezzo/disponibilità/colori/anni di costruzione

  • Prezzo: 16.990€
  • Disponibilità: dal 12/2021
  • Colori: rosso
Aperto
Vicino
waveform

Zubehör für die
Streetfighter V2

NEW
  • Moneta
  • Polo
  • Amazon

Pro e Kontra

  • Prestazioni in abbondanza con peso ridotto
  • Freni superiori e telaio
  • potente suono V2
  • attrezzatura completa incluso grande QuickShifter
  • funzionamento limitato del pillion
  • Rumore stazionario 102 dB
  • nessun indicatore del livello del carburante
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Nudo
Eia
18.190 €

Dimensioni

Lunghezza
2.100 mm
Altezza
1.130 mm
Peso
200 kg
Ab. Peso
425 kg
posto a sedere
845 mm
Passo
1.465 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Contenuto del serbatoio
17 l
Consumo
6 l
Gamma
280 km
Velocità massima
240 km/h

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
V2
Numero di cilindri
2
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
955 cc
Foro
100 mm
Hub
60,8 mm
Prestazione
153 CV
Coppia
101,4 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Telaio
Monoscocca
Parte anteriore delle sospensioni
Showa Big-Piston completamente regolabile USD 43mm
Viaggio:
120 mm
Puntone posteriore
Tappa centrale della primavera sachs
Viaggio:
130 mm
Posteriore sospeso
Forcellone monobraccio in alluminio
Freni davanti
Doppio disco, pinza fissa Brembo M4 a quattro pistoncini
320 mm
Pneumatici nella parte anteriore
120/70-17
Freni posteriori
Disco singolo, pinza a due pistoncini
245
Pneumatici posteriori
180/60-17
Ass
Curva ABS