Triumph Bonneville T100

Test della nuova Triumph Bonneville T100 (Baujahr 2021)

Ora con 65 CV: la nuova Bonneville T100 è più forte e leggera.

Triumph Bonneville T100 im TestFoto: BikeReview.info

Dall'anno di costruzione 2021, il T100 guida con 65 CV ed è diventato leggermente più leggero del suo predecessore con 228 kg. Inoltre, Triumph ha avvitato qualcosa nell'equipaggiamento. Suona tutto bene, ma la Bonneville T100 è davvero migliorata? Abbiamo fatto un giro di prova e vi diciamo qui cosa potete aspettarvi dal nuovo T100.

È così che sta.

Quindi è già bellissima, la nuova piccola Bonnie. Tuttavia, questa non è una novità, perché era già il caso dei modelli più vecchi. Ruote a raggi, linea classica, due terminali lucidi, indicatori di direzione arancioni, montanti stereo e sedile a tutta lunghezza. Ecco come deve essere retrò. Tuttavia, Triumph ha dimenticato i soffietti - divertente. Comunque: Nessuno, davvero nessuno non troverà il T100 bellissimo. Non importa dove ti presenti con questa macchina, ogni spettatore sorride e probabilmente pensa: "Fantastico, una macchina così vecchia in così buone condizioni!". Quasi nessun altro produttore lo gestisce così come Triumph per rendere una moto moderna così classica.

L'altezza della sella di soli 790 mm consente anche ai piloti più piccoli un supporto sicuro e una facile salita e discesa. Anche le manovre sono facili nonostante i 228 kg non così leggeri. Sfortunatamente, il comfort del pillion non è molto migliore rispetto a molte altre bici retrò. Da un lato, ciò è dovuto alla mancanza di maniglie di presa, d'altra parte, la macchina nel suo complesso è semplicemente quasi delicata. Non c'è molto spazio, e anche il passeggero lo sente. Come sempre, basta andare al lago di dragaggio, ma non per il tour alpino.
CockpitSitzbankFederung

Cosa dovrebbe essere in grado di fare

Il T100 è tecnicamente equipaggiato solo con l'essenziale. C'è un controllo di trazione commutabile e ABS, nonché un computer di bordo. Tutto il resto come sensori di inclinazione e.B. modalità di guida o un elettrico. Anche il telaio sarebbe completamente fuori posto con questa macchina.
 
L'abitacolo è composto da due bellissimi strumenti analogici più due display LC. Lì, tra le altre cose, viene visualizzata l'attrezzatura innestata e le informazioni del computer di bordo come e.B. gamma rimanente.

Anche con il telaio non dovresti aspettarti miracoli dal T100. All'anteriore una forcella telescopica convenzionale non regolabile e nella parte posteriore due montanti stereo, dove è possibile regolare solo la base della molla. Ma dal momento che il T100 non stabilirà comunque alcun record di velocità, il telaio gioca un ruolo piuttosto subordinato. Si guida comodamente nella zona e non si pensa nemmeno alle impostazioni degli ammortizzatori: è così che dovrebbe essere!

Motor

Ecco come guida se stessa

La prima volta che ti siedi, ti rendi subito conto: la Bonnie è una piccola motocicletta. Il manubrio non è né largo né alto, l'altezza della sella è moderata e in qualche modo il T100 non sembra affatto un 900. Ti siedi in posizione verticale, il che rimette i problemi in secondo piano anche nei tour più lunghi. La vista sul retro è molto buona con i bellissimi specchietti rotondi cromati e molto sporgenti.
 
All'avvio del motore, la prossima sorpresa: la 900 Twin suona il suo sonoro abbastanza in primo piano. Non è molto rumoroso, ma è ancora molto presente. Nonostante la sua ruota anteriore da 18 pollici, il T100 è splendidamente manovrabile. E in qualche modo non legittimato. E leggero e soffice. Splendido!
 
La potenza gestibile di 65 CV non gioca alcun ruolo durante la guida. Molto più presenti, però, sono gli 80 Newton metri di coppia, che consentono una rapida "guida dal basso". Il T100 esce bene dal seminterrato, che si adatta molto bene con uno stile di guida cruisy. L'inclinazione e le prestazioni, d'altra parte, non fanno per loro. Il nuovo tappo Brembo a 4 pistoncini sul disco singolo anteriore fa un buon lavoro. Certo, i doppi dischi con monoblocchi M.50 ritardano ancora più radicalmente, ma anche questo non si adatterebbe affatto al T100. Scatti costanti, reazioni di cambio di carico, battito della catena e Co. sono estranei al Gemello. La trasmissione ha brevi distanze di cambiata e ci sono solo cinque marce! Di conseguenza, si passa molto meno frequentemente rispetto a una trasmissione a 6 velocità.
 
Cockpit und Lenker

Conclusione: cosa si attacca

La Triumph Bonneville T100 vintage 2021 è una moto armoniosa in tutto e per tutto. I componenti intorno alla magnifica 900 Twin sono super coordinati. Niente sorprende o sembra inappropriato. Se pensi che il motore da 900 cc offra troppa poca potenza e quindi tenda ai modelli da 1200 cc di Triumph, dovresti assolutamente fare un test drive. Troviamo il piccolo motore più casual e più adatto per le moto retrò.

La concorrenza per il T100 viene principalmente dall'interno dell'azienda: la Street Twin e la Street Scrambler hanno lo stesso motore e sono simili in molti modi. Ma non sono classici come il T100, quindi se lo stile retrò è importante per te, questo Bonnie è il posto giusto per te. In alternativa, a nostro avviso, entrano in discussione la Kawasaki W800, la Guzzi V7 e la Royal Enfield 650 Interceptor.

Abbiamo gentilmente ricevuto la macchina di prova da Triumph Hamburg.

Prezzo/Disponibilità/Colori/Anni di costruzione

  • Prezzo: 10.850€
  • Usato (3 anni): 7.500€
  • Anni di costruzione: dal 2002
  • Colori: rosso, blu, nero
Aperto
Vicino
waveform

Pro e Kontra

  • bellissimo design retrò
  • L'altezza della seduta si adatta anche alle persone più piccole
  • coppia decente
  • meraviglioso suono gemello
  • Funzionamento semplice
  • Doppio cockpit analogico
  • un po 'delicato per i piloti più alti
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
retrò
Eia
€10.650

Dimensioni

Altezza
1.100 mm
Peso
228 kg
Ab. Peso
441 kg
posto a sedere
790 mm
Passo
1.450 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Contenuto del serbatoio
14,5 l
Consumo
4,1 l
Gamma
354 km
Velocità massima
185 km/h

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
Fila con offset del perno di sollevamento
Numero di cilindri
2
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
900 cc
Foro
84,6 mm
Hub
80 mm
Prestazione
65 CV
Coppia
80 NM
Numero di marce
5
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Telaio
Telaio ad anello tubo d'acciaio
Parte anteriore delle sospensioni
Forcella cartuccia da 41 mm
Viaggio:
120 mm
Puntone posteriore
Stereo Montanti
Viaggio:
120 mm
Posteriore sospeso
Forcellone un due braccetto
Freni davanti
Discoteca singolo, sella galleggiante brembo a doppio pistone
310 mm
Pneumatici nella parte anteriore
100/90-18
Freni posteriori
Discoteca singolo, sella galleggiante a doppio pistone Nissin
255
Pneumatici posteriori
150/70 R17
Ass
Abs

Ulteriori prove

Triumph Tiger 1050 Sport

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e

Triumph Trident 660 in prova

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Foto: BikeReview.info

Razzo Triumph 3

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e