Kawasaki Versys 1000 S

KAWASAKI Versys 1000 S (2021) | TEST (tedesco) (Baujahr 2021)

"Ogni strada - in qualsiasi momento"

imageFoto: BikeReview.info

 
Nel 2019, siamo già stati in grado di testare la Kawasaki Versys 1000 SE, ora - ben due anni - più tardi abbiamo il piacere di dare un'occhiata più da vicino al modello 2021, il Kawasaki Versys 1000 S. Le due moto sono quasi identiche, ma la S fa a meno delle sospensioni elettroniche rispetto alla SE. Altrimenti, la Kawasaki Versys 1000 S è una bici da viaggio crossover equipaggiata altrettanto generosamente della variante SE. Piuttosto insolito per questo tipo di moto è il motore a quattro cilindri liscio in linea, che ha innescato le nostre prime discussioni proprio all'inizio del test.

Quanti cilindri hai bisogno per essere felice?

Dietmar ed io eravamo inizialmente del parere che due cilindri sarebbero stati appropriati per le biciclette da viaggio. Ma già dopo i primi metri dei nostri test drive abbiamo corretto questa visione non completamente imparziale. Perché la posizione di seduta e l'aspetto di una bici da avventura combinata con il flessibile quattro cilindri in linea ci hanno convinto dal posto! E per il resto, la macchina è molto ben attrezzata. Quindi cosa ottieni per i tuoi soldi se metti i € 14.595 chiamati nella versione base sul tavolo del rivenditore?

imageimageimage

Dovrebbe essere in grado di farlo

La Versys S dovrebbe essere in grado di fare quasi tutto o, per dirla con le parole di Kawasaki: "Qualsiasi strada - in qualsiasi momento"! E per i tuoi soldi ottieni molto, perché se ti guardi intorno, non è facile trovare una moto altrettanto riccamente attrezzata a questo prezzo: l'assenza delle sospensioni elettroniche consente di risparmiare circa 2000 € rispetto alla SE. Oltre alla versione base per 14.595 € ex works, c'è anche il TOURER per 15.495 €, così come il GRAND TOURER per 16.595 €.
 
Per il nostro test, abbiamo un Tourer, che contiene già le custodie laterali (56 litri) tra cui tasche interne e un serbatoio in serie. Se hai bisogno di ancora più spazio, usa il Grand Tourer, che ha anche una custodia superiore con schienale (47 litri), fendinebbia a LED e crash pad installati. Il supplemento è evidente, ma comunque più economico rispetto alla prenotazione degli accessori singolarmente. In alternativa, puoi ovviamente ripieniare anche le soluzioni per i bagagli di altri produttori, quindi dovrebbe essere un po 'più economico.

È così che si guida

La Kawasaki Versys 1000 S non solo convince con la sua solida lavorazione, ma è anche molto più avanti in termini di equipaggiamento: ABS in curva, controllo della trazione dipendente dall'inclinazione, tre modalità di guida (più una modalità regolabile individualmente aggiuntiva), un quickshifter super funzionante in entrambe le direzioni, luce in curva a LED e schermo TFT tra cui connettività dello smartphone e app Kawasaki Rideology e soprattutto con strumento rotativo puntatore.

Anche il cruise control standard, il riscaldamento della maniglia e l'ampio parabrezza regolabile manualmente funzionano molto bene. Particolarmente suggestivo, anche se un po' insolito, troviamo il morbido quattro cilindri da 1.043 cc setoso con la sua potenza di picco di 120 CV a 9000 giri/min. La Kawasaki Versys 1000 S si posiziona così con sicurezza nell'ambito segmento della classe medio-alta - in realtà sorprendente che i dati di vendita non siano migliori.

Forse perché con i suoi "soli" 120 CV è un po' indietro rispetto ad altri, come una BMW S 1000 XR con i suoi 165 cavalli. Ma mano nel cuore: 120 CV sono più che sufficienti per la maggior parte delle persone, vero? Sono stato anche, anche se ho completato il mio test drive senza rendermi conto in modalità pioggia;-), ancora impressionato dalla potenza di questa macchina. Ma sia come sia, è senza dubbio una moto da turismo completa, molto ben attrezzata, sulla quale è estremamente comodo (sia per il conducente che per il passeggero) coprire anche lunghe distanze.

Conclusione - quali bastoni

Piacere di guida, idoneità al tour, ragionevole rapporto qualità-prezzo e qualsiasi altra cosa? Ad essere onesti, non ci sono quasi punti critici per noi. Le gite in bicicletta sono davvero estremamente piacevoli e fluide. La postura verticale adventure sitting in combinazione con il quad a righe elastiche è un'ottima combinazione, che porta molti vantaggi nei tour più lunghi.

L'ottica può essere discussa come sempre, ma qui è anche una questione di gusti. A proposito, la macchina è disponibile nelle due combinazioni di colori Pearl Storm Gray / Metallic Diablo Black / Metallic Flat Spark Black & Emerald Blazed Green / Metallic Diablo Black / Metallic Flat Spark o in breve Gray / Black & Green / Black. Troviamo sia di successo che attraente.

Solo una ruota anteriore da 19" invece dei 17 incher sarebbe Dietmar e io forse ancora una preoccupazione. Ma anche lì, gli spiriti sono divisi, perché i 17 pollici di fronte ovviamente assicurano un buon comportamento di sterzata. Ad ogni modo, la Kawasaki Versys 1000 S è una macchina da viaggio di eccellente successo e Kawa non promette troppo! "Ogni strada - In qualsiasi momento" possiamo firmare con la coscienza pulita.

La macchina di prova ci è stata fornita da Heller & Soltau.

Prezzo/Disponibilità/Colori/Anni di Costruzione

  • Prezzo: da 14.595 €
  • Anni di costruzione: dal 2021
  • Disponibilità: dal 2021
  • Colori:

    Pearl Storm Gray / Metallic Diablo Black / Metallic Flat Spark Black &

    Verde fiammato smeraldo / Diablo metallico nero / scintilla piatta metallica

Aperto
Vicino
waveform
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Avventura
Eia
14.595 €

Dimensioni

Lunghezza
2.270 mm
Altezza
1.490 mm
Peso
257 kg
Ab. Peso
459 kg
posto a sedere
840 mm
Passo
1.520 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Da 0 a 100
3,5 s
Da 60 a 100
3,7 s
Contenuto del serbatoio
21 l
Consumo
5,2 l
Gamma
404 km
Velocità massima
226 km/h

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
Quattro tempi in linea a quattro cilindri
Numero di cilindri
4
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
1.043 cc
Foro
77 mm
Hub
56 mm
Prestazione
120 CV
Coppia
102 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena o-ring

Sospensioni e freni

Telaio
Cornice a doppio profilo
Parte anteriore delle sospensioni
Forcella capovolta da 43 mm
Viaggio:
150 mm
Puntone posteriore
Gamba centrale a molla a pressione del gas posteriore disposta orizzontalmente
Viaggio:
152 mm
Posteriore sospeso
Forcellone un due braccetto
Freni davanti
Doppi dischi freno Petal. Pinza freno: doppia montata radialmente, monobloc, opposta a 4 pistoni
310 mm
Pneumatici nella parte anteriore
120/70ZR17M/C (58W)
Freni posteriori
Discoteca freno Petal singolo. Pinza freno: pistone singolo
250
Pneumatici posteriori
180/55ZR17M/C (73W)

Ulteriori prove

Kawasaki Vulcan S

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e

Kawasaki Z900

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e

Kawasaki ER-6N

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e