Kawasaki Versys 1000 SE

Recensione: KAWASAKI VERSYS 1000 / VERSYS 1000 SE Crossover GrandTourer (Baujahr 2019)

Più elettronica, più funzioni, più comfort

image"Sia da solo che in coppia, sia dietro l'angolo che in tutto il mondo: la combinazione del quattro cilindri in linea girevole e abbinato alla flessibilità e del telaio agile con sospensioni dinamiche di questa moto sportiva garantisce un grande piacere di guida. Guida sportiva, tour o entrambi: il nuovo Versys 1000 è pronto per qualsiasi avventura." Questo è ciò che Kawasaki promette sulla sua homepage. Se questo è vero, abbiamo testato.

Novità della Kawasaki Versys 1000

Il Versys 1000 continua la versatilità del suo predecessore e continua ad offrire il massimo piacere di guida in una vasta gamma di situazioni di guida su strada. Kawa sta donando alcune revisioni ai modelli crossover per l'anno di modello 2019: è stata modificata la messa a punto del motore del quattro cilindri in linea con 1.043 cm3, che fornisce più potenza al di sotto. Inoltre, le valvole dell'acceleratore sono ora controllate elettronicamente per una migliore accettazione del gas.

Oltre al normale Versys 1000, c'è un Versys 1000 SE meglio equipaggiato che avevamo a disposizione per questo test. In entrambe le macchine, il motore è ora controllato da ride-by-wire. Questo è vantaggioso per l'applicazione del cruise control standard, così come l'integrazione della nuova Bosch IMU. Il sensore controlla la curva ABS, che è anche standard. In serie è installato anche un controllo di trazione ktRC.


Il sistema frenante KIBS fornisce buoni valori di decelerazione con selle monoblocco montate radialmente e cilindro del freno principale radiale. Questo è stato preso in consegna dai modelli supersporti Ninja ZX-10R e H2 e adattato al viaggio primaverile più lungo dei Versy. Il sistema ABS dei Versy è stato esteso alla funzione curva e anche gli altri sistemi di controllo sono stati perfezionati.

Con la variante SE significativamente meglio equipaggiata, c'è anche un telaio a controllo elettronico, un cambio rapido e quattro modalità di guida selezionabili. Il nuovo disco di rivestimento è ora regolabile meccanicamente in altezza, il sedile è più comodo grazie alla nuova schiuma e anche 20 mm più in basso per i conducenti più piccoli.

Bremse Versys 1000



La maschera frontale è stata leggermente modificata con due fari a LED. Anche la luce posteriore è stata commutata nella tecnologia LED e ora c'è una presa di bordo da 12V di serie. Il parabrezza è regolabile all'infinito e il gruppo strumenti è stato ridisegnato con un contagiri analogico e un display LC.

Oltre a un display TFT a colori più intelligente, la SE ha molte più prelibatezze di comfort rispetto al modello base: il telaio semi-attivo KECS (compresa la regolazione del precarico della molla nella parte posteriore in tre fasi), la luce curva a LED, lo Quickshifter (su / giù), quattro modalità di guida: sport, strada, pioggia più una modalità configurabile, la connettività dello smartphone con "Rideology App", un lavoro di verniciatura con funzione di autoguarigione per piccoli graffi, il parabrezza Large Touring e maniglie di riscaldamento e protezioni per le mani.



È così che si guida

La posizione seduta è ottima! Ad un'altezza di 840 millimetri, ti siedi in posizione verticale e confortevole sul Versys 1000 SE. Particolarmente piacevole qui è l'alta panca del sedile del passeggero, che assomiglia quasi a un piccolo schienale dietro il conducente. Anche con accelerazioni più veloci, non scivoli un po 'all'indietro che ti senti a tuo agio e al sicuro. Grazie all'ampio manubrio, le correzioni nella curva sono ben fattibili e anche il parabrezza svolge il suo compito in modo affidabile. È un peccato, tuttavia, che questo possa essere impostato solo manualmente e soprattutto solo con entrambe le mani - quindi questo purtroppo non accadrà durante il viaggio. Tuttavia, la linea di fondo è che tutto si sente bene e a tuo agio e vorresti iniziare direttamente un tour più lungo. Eravamo un po' scettici sul motore.



Avremmo preferito non aspettaci un motore in linea a quattro cilindri e abbiamo trovato la combinazione insolita per una moto pubblicizzata come un tourer d'avventura. Ma: dobbiamo ammettere che il concetto funziona in modo eccellente e ti fa davvero sentire. Spostare i conducenti pigri avrà la loro gioia quando sgurgle attraverso il villaggio nella sesta marcia a 50 km / h. Non c'è niente che ci si masturba - davvero niente! E coloro che vogliono correre per le strade un po 'più sportivi avranno anche il valore dei loro soldi. Ora potrebbe dare un po 'al poco da 120 CV - sicuramente la competizione ha più da offrire qui. A nostro avviso, tuttavia, le prestazioni sono del tutto sufficienti e non siamo stati in grado di rilevare una mancanza di forza in nessun momento.

Tuttavia, a 257 chilogrammi, la macchina ha un peso non esattamente delicato. Il carrello di atterraggio semi-attivo funziona in modo eccellente e stira le irregolarità e altre interferenze senza intoppi e grazie al ride-by-wire, il pilota Versys guida la sua nave in modo estremamente sicuro e sicuro nel porto successivo. Oltre alle quattro modalità di guida Road, Sport e Rain, che sono già preconfigurate, c'è anche una modalità rider, che consente una messa a punto completamente propria. Molto interessante: il pilota ha la possibilità di specificare i suoi valori come il suo peso e la moto prende queste informazioni di conseguenza come valore di partenza per tutte le impostazioni. Il sistema frenante KIBS con pinze monoblocco montate radialmente e cilindro del freno principale radiale funziona in modo eccellente. Lo sai già dai Ninja ZX-10R e H2, solo per il viaggio primaverile più lungo dei Versys ha dovuto essere adattato.



E c'è ancora più comfort: la Special Edition che ci viene fornita ha un equipaggiamento davvero sontuoso con luce curva a LED, quickshifter (a proposito, può anche essere adattato con la versione standard per circa 300 €), maniglie di riscaldamento e presa di bordo. C'è anche una vernice auto-guarinte. Avremmo piaciuto provarlo troppo, ma poi non abbiamo osato. Se non senti più quanto sei in posizione inclinata, il cosiddetto display magro nel display mostra l'angolo di inclinazione corrente - bello ma personalmente preferisco sentire le curve da solo piuttosto che leggerle nel display ;-). Davvero pazzesco è la connettività dello smartphone con l'"App Rideology".

Qui, ad esempio, hai la possibilità di effettuare le impostazioni della moto a colazione in anticipo al tavolo della cucina. All'inizio, il Versys prende il controllo delle impostazioni e ti risparmi fastidiosi fumble attraverso il menu. Hmm - sembra fantastico, innovativo e lungimirante, ma personalmente va 2-3 passi troppo lontano e trovo questa funzione non necessaria. Ma può anche registrare tour e riconoscere le chiamate sul display, quindi a chi piace ...



Conclusione: cosa rimane bloccato

Tutto nel complesso, la Kawasaki Versys 1000 SE è una bici di grande successo, che a nostro parere incarna meno un tourer di avventura che un tourer sportivo. In ogni caso, sei ben ed estremamente comodamente equipaggiato con questa moto quando il prossimo grande tour sta arrivando. Visivamente troviamo anche la moto di grande successo e soprattutto il verde brillante della nostra bici da test fa un'impressione davvero rinfrescante su di noi. Ma tutto questo è, ovviamente, come sempre una questione di gusti. Pertanto, oltre a Emerald Blazed Green / Pearl Storm Gray (SE), ci sono le seguenti alternative di colore: Metallic Flat Spark Black / Pearl Flat Stardust White (SE), Pearl Flat Stardust White / Metallic Flat Spark Black, Candy Steel Furnace Orange / Metallic Spark Black.

Vediamo carenze minori nella regolazione del parabrezza e nell'altezza del peso e del prezzo. Tuttavia, la macchina compensa questo con le sue attrezzature molto estese, il grande telaio elettrico e la combinazione di successo dello strumento puntatore e del TFT. In ogni caso, questa moto merita sempre un giro di prova, perché è davvero divertente scivolare sulla cosa attraverso la zona. E sarà quindi facile determinare se questo è il compagno giusto per te o se (come con me) alla fine può essere un po 'più di avventura. La bici di prova è stata gentilmente fornita da Heller e Soltau.

Prezzi e attrezzature

Foto: Kawasaki
Aperto
Vicino
waveform

Pro e Kontra

  • Attrezzature estese
  • Chassis semi-attivo (KECS) di successo
  • Combinazione di strumento puntatore e TFT superbamente risolto e facile da leggere
  • peso piuttosto elevato
  • Parabrezza solo manualmente e regolabile con entrambe le mani
  • prezzo relativamente alto
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Avventura
Eia
16.695 €

Dimensioni

Lunghezza
2.270 mm
Altezza
1.490 mm
Peso
257 kg
Ab. Peso
459 kg
posto a sedere
840 mm
Passo
1.520 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Da 0 a 100
3,5 s
Da 60 a 100
3,7 s
Contenuto del serbatoio
21 l
Consumo
5,2 l
Gamma
404 km
Velocità massima
226 km/h

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
Quattro tempi in linea a quattro cilindri
Numero di cilindri
4
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
1.043 cc
Foro
77 mm
Hub
56 mm
Prestazione
120 CV
Coppia
102 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Telaio
Cornice a doppio profilo
Parte anteriore delle sospensioni
Forcella capovolta da 43 mm
Viaggio:
150 mm
Puntone posteriore
Gamba centrale a molla a pressione del gas posteriore disposta orizzontalmente
Viaggio:
152 mm
Posteriore sospeso
Forcellone un due braccetto
Freni davanti
Dischi freno a doppio petalo semigalleggiante da 310 mm. Pinza freno: doppia montata radialmente, Monobloc, opposta a 4 pistoni
310 mm
Pneumatici nella parte anteriore
120/70ZR17M/C (58W)
Freni posteriori
Discoteca freno Petal singolo. Pinza freno: pistone singolo
250
Pneumatici posteriori
180/55ZR17M/C (73W)

Ulteriori prove

Foto: BikeReview.info

Kawasaki Z H2

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e

Kawasaki Z650

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e

Kawasaki ER-6N

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e