Aprilia Tuareg 660

Aprilia Tuareg 660 recensito (Baujahr 2022)

La nuova Enduro di fascia media dall'Italia in prova

Aprilia Tuareg 660 im TestFoto: Motorradtest.de
 
Il vento sta entrando nella classe delle enduro da viaggio davvero fuoristrada. Con la Tuareg 660, Aprilia ha in mente potenziali acquirenti della Yamaha Ténéré. Meike e Dietmar hanno verificato se valeva la pena dare un'occhiata alla Tuareg durante un test drive.

Un vero Enduro

Chiunque fosse interessato a una macchina fuoristrada aveva sempre una vasta selezione. Yamaha XT 500, Honda XL 500, Suzuki DR-Z 400 & Co. erano ad ogni angolo. Ma in qualche modo è diventato tranquillo intorno a questo tipo di motocicletta. Le navi avventura di oggi GS & Co. possono fare una bella figura nei lunghi viaggi e in autostrada, ma sono semplicemente troppo pesanti per il terreno.
 
Sì, ci sono ancora vere enduro, ad esempio di KTM o Honda, ma queste sono meno adatte per il viaggio lungo o confortevole. Sì, ovviamente conosciamo anche Itchy Boots, che fa viaggi molto lunghi con tali biciclette, ma non sembra davvero confi in qualche modo. Solo Yamaha lo ha riconosciuto e con la Ténéré di nuovo una moto per il terreno accidentato e il lungo viaggio nel programma. Fino ad ora: Aprilia presenta con la Tuareg 660 un concorrente diretto della Yamaha. Questi sono disponibili in tre colori e costano da 11,999 euro.
Tuareg 660 Farben
 
A proposito, ci sono state due Aprilia Tuareg prima: la Tuareg 600 Wind è stata costruita dal 1988 al 1991 e la Tuareg 350 dal 1986 al 1989. Tuttavia, questi vecchi ferri non hanno più nulla in comune con la nuova macchina. Il Tuareg 660 costruito nel 2022 è tecnicamente molto ben equipaggiato, ma ne parleremo più avanti.
 
Prima di tutto, ci sediamo sulla moto e vediamo come ci si sente. L'altezza del sedile di 860 mm è appropriata per un enduro, ma grazie al sedile stretto è comunque possibile raggiungere bene il terreno. Tuttavia, non dovresti essere più piccolo di 1,75 m per un supporto sicuro.
 
Lunga corsa della molla di 240 mm e un segnale ufficiale di protezione della coppa dell'olio in metallo: Attenzione, doccia calda, non voglio solo andare in gelateria. Questo si adatta al piccolo disco da rally, che consente un - diciamo 1B windbreak. Visivamente, la Tuareg 660 è immediatamente riconoscibile come Aprilia, soprattutto dal davanti. Sebbene la maschera della lampada con lo scudo non abbia nulla a che fare con i modelli gemelli RS 660 e Tuono 660, è possibile riconoscere la famiglia 660 a prima vista. Molto carina.
 
AbmessungenUomo/donna siede rilassato sul Tuareg 660, assumendo un'altezza minima di 1,75 m.

Tour a 360 gradi intorno all'Aprilia Tuareg 660

CockpitLicht vorneÖlwannenschutz

Tecnologia di Aprilia Tuareg 660

La Tuareg è molto ben equipaggiata rispetto alla Ténéré. C'è ride by wire, modalità di guida personalizzabili tra cui la modalità fuoristrada, un display TFT a colori da 5", un controllo di trazione a quattro stadi, ABS commutabile, cruise control e persino un controllo della resistenza del motore a tre stadi - e tutto questo in serie! Non sono inclusi un sensore dell'angolo di piega, il QuickShifter e l'accoppiamento del telefono cellulare solo a un costo aggiuntivo.

Anche l'impianto di illuminazione è impressionante: sono inclusi full LED, inclusi gli indicatori di direzione e la commutazione tra luci diurne a LED e anabbaglianti tramite pulsante separato. Aprilia ha dimenticato un sistema di luci di emergenza e il reset automatico degli indicatori di direzione.

Il funzionamento di tutte queste funzioni è un gioco da ragazzi. Ci sono quattro pulsanti di controllo per la navigazione del menu e la struttura delle funzioni è immediatamente compresa. Per gli standard italiani, il display è anche decisamente sobrio.

Motor

Ecco come si guida

La Tuareg è molto facile da guidare nel traffico e nel terreno. Grazie al peso ridotto e al manubrio molto largo hai la bici sempre sotto controllo. Se pedali in piedi, le pedane perfettamente posizionate e il manubrio alto vengono verso di te. Puoi facilmente guidare in piedi per molto tempo senza sentirti sbagliato o addirittura estenuante. È interessante notare che la Tuareg non nota il suo passo piuttosto lungo di 1,55 m. La macchina è super manovrabile e soprattutto il forte angolo di sterzata consente curve strette e si traduce in un mini raggio di sterzata.
 
Il sound della Aprilia Tuareg 660 è ok e paragonabile alle altre due 660 di Aprilia. Puoi sentire quando vai su di giri che hai solo 659 cubi sotto il sedere qui, ma a velocità più basse il motore o lo scarico sono belli e bassi. Controllo del suono in alto a destra. Abbiamo già detto che la bici ha ruote a raggi metallici? Certo che sì.

Auspuff
 
I famosi Pirelli Scorpion Rally STR sono utilizzati come pneumatici. Con un'Enduro italiana, che dovrebbe anche guidare su strada, questa scelta è quasi inevitabile. Il telaio proviene da Kayaba ed è completamente regolabile sia sulla forcella che sul montante centrale. Il bellissimo forcellone a due bracci in alluminio è piuttosto lungo. In combinazione con la ruota anteriore da 21 pollici, questo porta a una maneggevolezza molto stabile. La Ténéré ha una ruota anteriore da 21 pollici e un passo ancora più lungo di 1,59 m, ma guida in modo molto simile.
 
Il confronto con la Yamaha è ovvio anche in termini di prestazioni, perché entrambe le moto sono piuttosto moderatamente motorizzate. Da 73 CV a 80 CV sono sui libri, con entrambe le moto che erogano sia la massima potenza che la coppia a velocità simili. E in effetti, sembra simile, con i Tuareg che vanno un po 'più forti in avanti. Entrambe le macchine, d'altra parte, non sono mostri prestazionali, anche se questo non è necessario per le enduro. L'impianto frenante dell'Aprilia è Brembo e il doppio disco da 300 mm all'anteriore con pinza fissa a 4 pistoncini fa un buon lavoro.
 
C'è una piccola sorpresa in termini di consumo. Solo 4 litri per 100 km/h dovrebbero inghiottire il Tuareg, che non abbiamo controllato. In combinazione con il serbatoio da 18 litri, ciò comporterebbe un'autonomia di 450 km, non male. Grazie al carico utile di 210 kg, un ampio tour sarebbe teoricamente possibile anche per due, in cui l'Aprilia non raggiunge il comfort di sella di una "vera" enduro da viaggio a lá GS & Co. Il fuoristrada per due non è comunque esattamente una buona idea, quindi Aprilia non ha certo avuto un ottimo funzionamento del passeggero nelle specifiche della Tuareg.

Conclusione: cosa si attacca

L'Aprilia Tuareg 660 è una buona enduro da viaggio con una forte tendenza all'enduro. Questo può essere visto visivamente nella protezione del motore, nella ruota anteriore da 21 pollici e nella lunga corsa della molla. Tuttavia, la moto si sente bene anche su strada e non è fuori luogo lì. Le critiche sono il parabrezza non regolabile, gli adesivi un po 'senza amore (non verniciati) e lo spazio un po 'economico per il passeggero. A parte questo, i Tuareg stanno facendo un buon lavoro.
 
Il prezzo di poco meno di 12.000 euro va bene rispetto alla Yamaha (circa 11.000 euro), in quanto l'Aprilia è tecnicamente meglio equipaggiata. Lo slogan pubblicitario "IL MEGLIO DEI DUE MONDI - Massime prestazioni ed elevato comfort di guida" può essere un po 'esagerato, ma è vero: la Tuareg fa bella figura sia fuoristrada che su strada.
 
La bici di prova ci è stata fornita da ZTS (Zweiradtechnik Schielman) per questo test. ZTS si trova a Bokel, dove troverete bellissime strade di campagna e anche un piccolo terreno per un ampio test drive. Il caffè è disponibile anche lì, quindi vale la pena fare un viaggio a ZTS . Saluti a Hajo!

Prezzo/disponibilità/colori/anni di costruzione

  • Prezzo: da 11.999 €
  • Disponibilità: dal 05/2022
  • Colori: rosso, giallo, blu-bianco
Aperto
Vicino
waveform

Zubehör für die
Tuareg 660

NEW
  • Moneta
  • Polo
  • Amazon

Pro e Kontra

  • Strutture molto buone
  • Fuoristrada
  • Posizione seduta alta e confortevole
  • leggero e maneggevole
  • Wg. la lunghezza dell'arco a piccoli passi può anche essere guidata da persone di dimensioni normali
  • Parabrezza 1b
  • Parabrezza non regolabile
  • Adesivi non sovradipinti
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Avventura
Eia
11.999 €

Dimensioni

Lunghezza
2.220 mm
Altezza
1.440 mm
Peso
204 kg
Ab. Peso
414 kg
posto a sedere
860 mm
Passo
1.525 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Contenuto del serbatoio
18 l
Consumo
4 l
Gamma
450 km
Velocità massima
190 km/h

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
Serie A 2 cilindri, a quattro tempi
Numero di cilindri
2
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
659 cc
Foro
81 mm
Hub
64 mm
Prestazione
80 CV
Coppia
70 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Telaio
Telaio tubo in acciaio
Parte anteriore delle sospensioni
Forcella Kayaba 43mm capovolta, completamente regolabile
Viaggio:
240 mm
Puntone posteriore
Montante Kayaba Monoshock, completamente regolabile
Viaggio:
240 mm
Posteriore sospeso
Avambraccio Alu a due braccetto
Freni davanti
Doppio freno a disco, pinze a quattro pistoncini
300 mm
Pneumatici nella parte anteriore
90/90 - 21
Freni posteriori
Freno a disco, pinza a pistoncino singolo
260
Pneumatici posteriori
150/70 - 18

Ulteriori prove