Yamaha R7

Yamaha R7 recensito (Baujahr 2022)

Il nuovo supersportivo della classe media nella prova di tutti i giorni.

Yamaha R7 im TestFoto: motorradtest.de
 
Con la nuova R7, Yamaha colma finalmente il divario tra la R3 e la R1. Sebbene la R7 abbia il sempre popolare motore CP2 della MT-07, per il resto è una moto completamente diversa. Volker e Dietmar hanno provato cosa si prova a viaggiare su strade di campagna e autostrade con una supersportiva della classe media.


Ecco come stanno le cose

La R7 è una moto molto elegante, quasi filigranata. Soprattutto dal davanti, la vita sottile e l'aspetto aggraziato per favore. Ha due luci di posizione e un solo faro principale, quindi è immediatamente riconoscibile come moto indipendente rispetto alle sorelle R3 e R1. Ci piace molto il design, soprattutto nella vernice Anniversary (rossa, bianca e gialla), per la quale è dovuto un supplemento di 400 euro. Per coloro a cui piace un po 'più semplice, l'R7 è disponibile anche in blu e nero (vedi sotto).

Quando ci si siede, c'è una piccola sorpresa: le pedane sono montate in alto per un'inclinazione da gara, ma non così indietro come al solito con i super atleti. Tuttavia, ti siedi estremamente sportivo sulla R7 e vieni letteralmente tirato sul serbatoio fino al manubrio dello stub. La macchina pesa solo 188 kg con un serbatoio pieno, il che dà speranza per una buona controllabilità e un'accelerazione ragionevole, ma ne parleremo più avanti.
 
Il comfort del passeggero è modesto, come al solito con i super atleti. Dopo tutto, c'è un posto per il passeggero, ma deve rannicchiarsi insieme come l'autista, non ci può essere una questione di comfort qui - questa è una buona cosa!!! Se vuoi comfort, ordina un enduro da viaggio, si tratta di guida sportiva.
 
Dimensioni e tour virtuale a 360 gradi intorno alla R7

LEDLampen hintenCockpit

Cosa dovrebbe essere in grado di fare

L'equipaggiamento tecnico della R7 è spartano. A parte l'ABS, non ci sono aiutanti tecnici. Nessun controllo di trazione, nessuna modalità di guida, nessun ride by wire, nessun ABS in curva, niente. Yamaha ha donato solo un computer di bordo alla R7, che viene azionato tramite un interruttore a levetta.

Presumibilmente, Yamaha vuole anche esprimere ciò che la R7 dovrebbe essere, vale a dire guidare e non giocare. Resta da vedere se questo sarà compreso dal gruppo target presumibilmente più giovane. In ogni caso, noi piloti più anziani non abbiamo alcun problema con esso e siamo piuttosto felici che lo smartphone possa rimanere in tasca e non sia collegato alla bici.

In termini di luce, la R7 si rovina con LED a tutto tondo inclusi gli indicatori di direzione. Il display LC invertito nell'abitacolo è facile da leggere e non distrae dalla guida. Ad essere onesti, non l'abbiamo nemmeno guardato durante i nostri test drive, è così che dovrebbe essere.

A proposito, per un economico 170 euro c'è un QuickShifter, che funziona solo verso l'alto, cioè senza la funzione Blipper. Per un super atleta, avremmo voluto un assi di cambio in piena regola in entrambe le direzioni. Ma non importa, grazie alla frizione morbida e burrosa, è anche possibile completamente senza.

R7 in BlauFoto: Yamaha

Ecco come si guida

La R7 non solo sembra un'auto supersportiva, ma si guida anche come lei. Anche la posizione di seduta fa sentire il pilota come il Dottore Vale Rossi, e se poi dai alla Gallia gli speroni, è anche colpa degli affari - e questo da 3.000 UMin! L'ampia gamma di velocità utilizzabili è uno dei grandi vantaggi della R7. Anche partire in 3a marcia non è un problema grazie alla frizione meravigliosamente controllabile. La forza della frizione è molto bassa e quindi è semplicemente molto divertente farsi strada attraverso il cambio a 6 marce con precisione cambiabile. Chi ha bisogno di un QuickShifter?

"Beh, il pilota in pista, ovviamente!" potrebbe ora pensare l'uno o l'altro. Ma la R7 è davvero fatta per le corse? Sì e no. Certo, puoi fare giri meravigliosi con la R7 in Oschersleben & Co., ma la R7 vuole funzionare anche per i piloti meno esperti. Ed è esattamente quello che fa, grazie alla sua facile accessibilità e alle prestazioni gestibili. Siamo onesti: chi può davvero guidare i 200 CV di una Panigale o R1 sulla strada di campagna? Nessuno, almeno non senza il ritiro della patente di guida.R7 in schwarz

Ancora una parola su freni e sospensioni. Grazie alla pompa radiale Brembo, i tappi anteriori a 4 pistoncini di Advics sono scattanti e facili da dosare. Le pinze posteriori di Nissin non sono altrettanto splendide, soprattutto perché il loro intervallo di controllo ABS è un po 'troppo lungo. Tuttavia, la R7 frena a comando e la coppia di assetto in curva è limitata. Il telaio è completamente regolabile, la forcella USD di Kayaba fa un buon lavoro. Sulla strada di campagna, la R7 è strettamente molleggiata, ma senza fastidio. Certo, il comodo planare cade piatto, ma hey, vogliamo guidare la R7 sportiva e non crociera.
 
Il parabrezza si alza e cade con la posizione di seduta. Coloro che letteralmente "strisciano" nella macchina possono anche padroneggiare velocità più elevate senza pressione sulla parte superiore del corpo. Abbiamo guidato la velocità massima (216 km/h) in autostrada senza alcun problema. Certo, se ti raddrizzi, devi aspettarti turbolenze, ma non lo fai su una moto del genere.
 
Se guidi sulla R7 per molto tempo e non hai più 30 anni, puoi già sentire i polsi. E se vuoi mantenere la testa insolitamente alta durante la guida, lo noterai dopo un po 'di tempo nel collo. Pertanto: questo dispositivo non è per lunghi tour o crociere casuali.

Conclusione: cosa si attacca

La Yamaha R7 offre ciò che il suo aspetto promette. Sebbene sia moderatamente motorizzato con poco meno di 74 CV per un atleta, puoi divertirti molto alla guida. Questo vale per le gare, ma soprattutto per la strada di campagna e l'autostrada (vedi video!).
 
È meravigliosamente bilanciato e può essere spostato in sicurezza nel traffico anche dai principianti. Yamaha porta con sé una "racer per tutti". Se non hai bisogno di 200 CV e ti piace il bellissimo aspetto di un'auto supersportiva, dovresti assolutamente dare un'occhiata più da vicino alla R7.
 
O ancora meglio: fai subito un giro di prova! Questo funziona molto bene, ad esempio, da Tecius & Reimers ad Amburgo (vicino all'uscita autostradale di Eidelstedt), perché lì la R7 è pronta per un'uscita nella bellissima livrea dell'Anniversario. Vai avanti - sei sicuro di divertirti un po 'omicida!

Prezzo/disponibilità/colori/anni di costruzione

  • Prezzo: 9.449 €
  • Disponibilità: dal 01/2021
  • Colori: blu, nero, rosso-wash
Aperto
Vicino
waveform

Zubehör für die
R7

NEW
  • Moneta
  • Polo
  • Amazon

Pro e Kontra

  • Trasmissione e frizione precise e fluide
  • motore vivace con gamma di velocità ampiamente utilizzabile
  • leggero, maneggevole, sportivo
  • atleta accessibile a tutti
  • Posizione seduta stancante nel lungo periodo
  • tecnicamente molto spartano attrezzato
  • QuickShifter opzionale senza blipper
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Supersport
Eia
9.649 €

Dimensioni

Lunghezza
2.070 mm
Altezza
1.160 mm
Peso
188 kg
posto a sedere
835 mm
Passo
1.395 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Da 0 a 100
4 s
Da 60 a 100
3 s
Contenuto del serbatoio
13 l
Consumo
4,5 l
Gamma
289 chilometri
Velocità massima
216 km/h

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
Reihentwin
Numero di cilindri
2
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
689 cc
Foro
80 mm
Hub
68,6 mm
Prestazione
73,4 CV
Coppia
67 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Telaio
Telaio tubo ponte
Parte anteriore delle sospensioni
Capovolto
Viaggio:
130 mm
Puntone posteriore
Via sistema a leva aerato puntone centrale, stadio di rimbalzo e precarico regolabile
Viaggio:
130 mm
Posteriore sospeso
Forcellone un due braccetto
Freni davanti
Freno idraulico a doppia discoteca
298 mm
Pneumatici nella parte anteriore
120/70ZR17M/C (58W) (Tubeless)
Freni posteriori
Freno a discoteca idraulico
245
Pneumatici posteriori
180/55ZR17M/C (73W) (Tubeless)
Ass
ABS a 2 canali

Ulteriori prove