Triumph Tiger Sport 660

Triumph Tiger Sport 660 recensito (Baujahr 2022)

La nuova moto cross-over con 660 cc triplo in prova.

Test der Triumph Tiger Sport 660Foto: motorradtest.de
 
Con la nuova Tiger Sport 660, Triumph presenta la sua nuova arma multiuso nella classe media delle sport tourer. Il modello gemello del Trident 660 costa 8.700 euro e vuole competere con Yamaha Tracer 7, Kawasaki Versys 650 & Co. per gli acquirenti. Se questo può funzionare, vogliamo scoprirlo durante un ampio test drive.

Ecco come stanno le cose

Triumph spinge sull'acceleratore! I nuovi modelli sono destinati a garantire quote di mercato e, se possibile, ad ampliarle. Cosa c'è di più ovvio che creare un modello gemello per la Triumph più venduta dello scorso anno? Voilá - ecco che arriva la nuova Tiger Sport 660. È tecnicamente molto simile alla Trident, ma il carattere è una moto completamente diversa. Manubrio alto e largo, più escursione, posizione di seduta più alta, carenatura anteriore, ecc. E una bici crossover è già davanti a noi. La nuova Tiger non vuole essere una vera e propria enduro da viaggio, ma piuttosto una tourer sportiva con cui ci si può anche mettere al lavoro. Ma è molto più leggero delle navi spesse della bici adventure e con la sua ruota anteriore da 17 pollici anche meravigliosamente agile.
 
Ma prima di entrare nelle caratteristiche di guida delle tigri, una parola sulla posizione di seduta. Le pedane sono posizionate comodamente e il manubrio è ben alto e posizionato verso il pilota grazie al riser. Ciò si traduce in una posizione seduta eretta con un angolo di ginocchio rilassato, che consente anche viaggi più lunghi senza problemi alla schiena. Inoltre, un sedile comodo e maniglie reali per il passeggero anteriore, nonché portapacchi integrati e un carico utile decente (max. Peso totale 430 kg a 206 kg pronto alla guida). Ok, non troviamo tanto spazio come su un Tiger 900 o anche 1200, ma è abbastanza spesso e ti senti subito a tuo agio sul nuovo 660.
 
Abmessungen Sitzprobe
 
Ci sarebbe piaciuto un po' più di coraggio con i colori. Il Tiger Sport 660 è disponibile in rosso, blu e grigio. Buono è il parabrezza regolabile, che può essere spostato anche durante la guida. Il frangivento va bene, ma non riesce a tenere il passo con i grandi piroscafi da viaggio a causa del parabrezza piuttosto piccolo. Ad alte velocità diventa rumoroso, ma la pressione sulla parte superiore del corpo è ben ridotta.

Tour virtuale intorno alla Triumph Tiger Sport 660
CockpitTripleAuspuff

Cosa dovrebbe essere in grado di fare

L'equipaggiamento di serie della Triumph Tiger Sport 660 è buono, ma non esagerato. C'è Ride by Wire, due modalità di guida autoesplicative "Rain" e "Road" e un controllo di trazione commutabile. Come per il Trident, il cockpit è diviso in una parte LC (inversa) e un piccolo display TFT a colori. Tutti i display sono facili da leggere e disposti in modo logico. C'è anche un computer di bordo e a un costo aggiuntivo è possibile accoppiare la macchina con lo smartphone tramite app.

Ciò che manca sono i sensori dell'angolo di piega e cose importanti come il controllo dell'impennata, il controllo del lancio, il controllo del sollevamento della ruota posteriore e il controllo del controllo. Scherzi a parte, a parte l'ABS in curva, non c'è nulla che ci mancherebbe davvero. L'uno o l'altro conducente dell'autostrada vorrebbe forse il cruise control, che non è disponibile a un costo aggiuntivo. Oh sì: Sfortunatamente, non c'è nemmeno uno stand principale, che dovrebbe infastidire l'uno o l'altro endurist di viaggio a causa della necessaria cura della catena durante il viaggio.

I costi aggiuntivi includono manopole riscaldate, QuickShifter, monitoraggio della pressione degli pneumatici e, naturalmente, come sempre con Triumph, numerosi accessori come un sistema di custodie. Un punto di ricarica USB può anche essere montato a posteriori, ma finisce sotto il sedile. Un piccolo consiglio: questo può essere spostato in primo piano - dove appartiene.

A proposito, non abbiamo nulla di cui lamentarci con la luce (full LED inclusi gli indicatori di direzione). Divertente: gli indicatori di direzione hanno una funzione "fire-and-forget": tocca una volta brevemente e poi lampeggia tre volte come in auto, fatto.

Tiger 660 Sport in grauFoto: Triumph

 
Ecco come si guida

Basta parlare, ora è il momento di guidare. Accendiamo il motore e ci godiamo il meraviglioso suono del triplo. Il sistema 3 in 1 suona straziante, specialmente a velocità più elevate, il triplo inizia a sibilare meravigliosamente (soundcheck in alto a destra). Già sui primi metri diventa chiaro: questa bici è attiva e facilmente accessibile. Ti senti immediatamente come il conducente della macchina e non come una persona guidata. La ruota anteriore da 17 pollici e il peso ridotto supportano questa impressione.
 
La piccola tigre viene fornita con Michelin Road 5, una scelta buona perché adatta. Le sospensioni non sono regolabili ad eccezione della base a molla nella parte posteriore. Questo ci infastidisce? No. La forcella telescopica Showa USD è comodamente sintonizzata senza essere spugnosa o debole. I freni Nissin afferrano ordinatamente e danno un buon feeling come l'intera sospensione. La macchina non sembra sopraffatta in nessun momento, nemmeno se la prendi un po 'più velocemente.
 
La vera star della Tiger Sport 660 è, ovviamente, il motore. La Triple da 660 cc si aggrappa sempre bene al gas e fa cose incredibili in cima. A basse velocità, non avanza così rapidamente a causa della coppia moderata, ma il motore non si aggira o arriva anche a 2.000 giri / min. Chi invece permetterà ai giri del motore di partire dai 5.000 giri sarà premiato con abbondante propulsione. Come per il Trident 660, si è disposti a dire: ma la concorrenza deve vestirsi abbastanza calorosamente!

Il consumo del tre cilindri in linea è di 4,5 litri per 100 chilometri, il che significa un'autonomia calcolata di 380 km con un volume massimo del serbatoio di 17,2 litri. La velocità massima è di quasi 200 km/h, quindi puoi andare rapidamente da A a B se necessario. Importante per i viaggiatori in Tirolo: Il rumore stazionario del Tiger 660 è di 94 db - uff....

Conclusione: cosa si attacca

La Tiger Sport 660 è davvero una moto per tutte le occasioni. Sia per lavorare, in città, per oscillare le curve sulla strada di campagna o in viaggio - lei può fare tutto. Grazie al comportamento di guida bonario, è adatto anche ai conducenti alle prime armi e non travolge nessuno.
 
I concorrenti hanno meno potenza e sono tutti bicilindrici. Quindi, se ti piacciono le triple, non puoi comunque superare la Triumph in questa classe, ma a parte questo, la Tiger è in una buona posizione rispetto alla concorrenza.
 
Chiunque abbia assaggiato il sangue e voglia fare un giro di prova dovrebbe andare alla Triumph di Amburgo il prima possibile. Lì il piccolo gattino è pronto per un test drive e ti accoglierà con un sibilo straziante.

Prezzo/disponibilità/colori/anni di costruzione

  • Prezzo: 8.700€
  • Disponibilità: dal 01/2022
  • Colori: rosso, grigio, blu
Aperto
Vicino
waveform

Zubehör für die
Tiger Sport 660

NEW
  • Moneta
  • Polo
  • Amazon

Pro e Kontra

  • bici leggera, maneggevole e facile da guidare
  • motore elastico e potente
  • Posti a sedere a lunga distanza
  • meraviglioso triplo suono
  • funzionamento facile, senza fronzoli inutili
  • nessun supporto principale
  • nessuna USB nel cockpit
  • diventa rumoroso quando si guida veloce
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Crossover
Eia
€8.995

Dimensioni

Lunghezza
2.020 mm
Altezza
1.398 mm
Peso
206 kg
Ab. Peso
430 kg
posto a sedere
835 mm
Passo
1.420 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Contenuto del serbatoio
17,2 l
Consumo
4,5 l
Gamma
382 km

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
Motori in linea a tre cilindri, DOHC, 12V
Numero di cilindri
3
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
660 cc
Foro
74 mm
Hub
51,1 mm
Prestazione
81 CV
Coppia
64 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Telaio
Telaio perimetrale tubo in acciaio
Parte anteriore delle sospensioni
Forcella Showa Up-Side-Down da 41 mm con funzione separata
Viaggio:
150 mm
Puntone posteriore
Sospensione posteriore Showa Monoshock con precarico a molla regolabile idraulico e senza attrezzi
Viaggio:
150 mm
Posteriore sospeso
Forcellone a doppio braccio con profilo in acciaio
Freni davanti
Doppio disco, venduto Nissin-2 pistoni
310 mm
Pneumatici nella parte anteriore
120/70-17
Freni posteriori
Pinza freno monodisco a 1 pistoncino Nissin
255
Pneumatici posteriori
180/55-17
Ass
Abs

Ulteriori prove