Suzuki GSX 1250 F

Suzuki GSX 1250 FA in rassegna (Baujahr 2016)

Potente tuttofare con geni sportivi

imageLa Suzuki GSX 1250 FA è un bandito con finiture complete, anche se a Suzuki non piace molto il soprannome "Bandit" in questo modello. È stato costruito nel 2010 ed è caduto vittima della norma Euro 4 alla fine del 2016. È un peccato, pensa il nostro autore, perché i tourer sportivi a tutto tondo come la FA stanno diventando sempre più rari. 

Introduzione

La storia del grande bandito inizia nel 1996. A quel tempo, Suzuki introdusse la GSF 1200, una macchina raffreddata ad aria /olio con un motore a quattro cilindri ad alte prestazioni che, grazie alla sua affidabilità e al prezzo molto basso, fu in grado di raccogliere rapidamente una vera e propria base di ventilatori.

Dal 2007 il 1200 fu sostituito dal Bandit 1250. Questo bandito raffreddato ad acqua è stato omologato a Euro 3 e inizialmente ha continuato il successo del suo predecessore. Dal 2010 Suzuki ha offerto anche la GSX 1250 FA. A parte il pannello completo e un secondo ventilatore, non c'erano quasi differenze con il bandito nudo o semi-collegato 1250, ma alla FA non fu più permesso di portare il soprannome di "Bandito". La designazione del modello "GSX" dovrebbe chiarire che questa macchina tende più allo sport rispetto ai normali banditi.

I dati sulle vendite inizialmente molto buoni hanno continuato a diminuire dal 2012 in poi, tanto che a fine 2016 Suzuki ha deciso di interrompere la conversione del motore della GSX 1250 per il prossimo standard Euro 4. Da allora, non c'è un vero tourer sportivo nel programma Suzuki e anche i banditi GSF sono stati interrotti.

Soziusbetrieb auf der GSX 1250 FACockpitBremsanlage

Questo è ciò che dovrebbe essere in grado di fare

Il GSX 1250 FA è anche una buona figura nei tour grazie al rivestimento completo e alla buona protezione dal vento. Sebbene sportivo, l'alto manubrio e la posizione seduta verticale consentono un sostanzioso tour alpino senza mal di schiena.

Anche in azienda, la FA può segnare punti, per il conducente e il passeggero c'è molto spazio sulla grande moto. Suzuki ha preso il controllo della cabina di pilotaggio dai vecchi modelli GSX. C'è un contagiri analogico e un'area strumenti LCD con indicatori digitali per tempo, ingranaggio, contenuto del serbatoio e così via. Suzuki ha preso il flash di spostamento dai suoi piloti GSX per la FA, il che sembra un po 'esagerato, tuttavia, perché le alte velocità non sono davvero adatte al motore 1250.

Motor der GSX 1250 FA

È così che si guida

La vera stella della GSX 1250 FA è senza dubbio il motore. La quarta serie di fila non rompe alcun record su carta con 98 CV, ma la coppia elevata iniziale (108 Nm a 3.700 giri/min) rende la GSX un piccolo razzo. In 3,4 secondi, la macchina accelera da 0 a 100 km/h e la GSX è particolarmente convincente quando si tratta di passaggio passante. Nonostante la potenza del motore, GSX si sente molto gentile nel suo sviluppo di potenza.

Sul GSX 1250 ti siedi "su" piuttosto che "nella" macchina. Questo è particolarmente evidente quando si cambia da un'altra bici in cui si è seduti nella macchina. Questo non deve essere visto come una critica, ci si abitua rapidamente alla posizione seduta, e molti piloti sentono questa posizione seduta rilassata della FA come uno dei grandi vantaggi, specialmente rispetto ai super atleti con le loro scomode posizioni "in-the-machine" su distanze più lunghe.

Il telaio della macchina è stretto, ma non scomodo. Questo permette di guidare sportivamente, anche se la GSX ovviamente non è maneggevole come i "veri" atleti della Suzuki. Il Suzi ha bisogno di una mano dura in curve strette o curve molto strette. Ciò è probabilmente dovuto alla grassa ruota posteriore 180 e, naturalmente, al suo peso di almeno 257 kg completamente alimentato. Tuttavia, questo rende la moto sulla strada come una tavola e offre un'eccellente linea retta. Soprattutto in autostrada, il Suzi fa un'ottima figura.
 

Su questo GSX 1250, l'enorme scarico standard è stato sostituito da un leggero Leo Vince Evo One.

A differenza delle biciclette moderne, la GSX è classica quando si tratta di sistemi di assistenza, tranne abS non ci sono aiutanti tecnici. Nessun ride-by-wire, nessuna modalità di guida, nessun antiscivolo, nessun controllo di trazione, niente affatto. Qui l'autista deve ancora guidare da solo. Suzuki ha almeno un computer di bordo della GSX 1250 FA, che non è azionato dal manubrio. L'attrezzatura semplice ha un grande vantaggio: in pochi istanti devi vedere attraverso le possibilità e le impostazioni e puoi concentrarti completamente sulla guida in moto. Niente distrae.

Quando tutto questo, non c'è nulla di cui lamentarsi quando viene utilizzato per freni, telaio e trasmissione. Quindi non ci siamo persi nulla durante il test e ci siamo goduti la facilità d'uso. Mettici, inizia, allontanati. Il diario di bordo o il manuale d'uso possono rimanere sotto il banco - beh.
 

Alla GSX 1250 FA piacciono le curve lunghe- le curve strette non sono così...

Conclusione: cosa rimane bloccato

La Suzuki GSX 1250 FA è un tuttofare nel senso migliore del termine. Può essere guidato sportivamente, è adatto per viaggiare ed è davvero divertente sulla strada di campagna e sull'autostrada. Grazie al suo peso, alle alte prestazioni e alle caratteristiche del telaio, non è certamente una bici per principianti. Anche le persone piccole o piccole dovrebbero cercare un'altra moto.

Grazie alle attrezzature tecnicamente piuttosto semplici e alla buona qualità di produzione, la GSX 1250 FA è sicuramente una delle biciclette più affidabili. Difficilmente può rompere nulla e tutti i banditi hanno sempre avuto la reputazione di fare il loro servizio senza complicazioni per anni senza riparazioni. È quindi ideale come cavallo di battaglia per il pendolarismo quotidiano al lavoro. Se vuoi acquistare un GSX 1250 FA usato, non devi sottrarti a chilometraggi più grandi. Le macchine di questo tipo sono considerate infrangibili.

Prezzo/Disponibilità/Colori/Anni di Costruzione

  • Prezzo: €8.990
  • Usato (3 anni): 6.000€
  • Anni costruiti: 2010-2016
  • Moto di prova: 11/2016
  • Colori: nero, bianco, grigio, blu, rosso
Aperto
Vicino
waveform

Pro e Kontra

  • motore ribassista con coppia potente
  • posizione dei posti a sedere pronta per il viaggio
  • posizione stradale ricca, buona protezione dal vento
  • bici affidabile senza suscettibilità alla riparazione
  • un sacco di moto per pochi soldi
  • un po 'ingombrante in curve strette
  • inadatto per i conducenti alle prime armi
Von unserem Team geprüft:

Generale

digitare
Tourer sportivi
Eia
8.990 €

Dimensioni

Lunghezza
2.130 mm
Altezza
1.245 mm
Peso
257 kg
Ab. Peso
475 kg
posto a sedere
805 mm
Passo
1.485 mm

Prestazioni e autonomia di guida

Da 0 a 100
3,5 s
Da 60 a 100
5 s
Contenuto del serbatoio
19 l
Consumo
5,5 l
Gamma
345 km
Velocità massima
230 km/h

Trasmissione di motori e potenza

Progettazione del motore
Quattro cilindri in linea
Numero di cilindri
4
Raffreddamento
Liquido
Spostamento
1.255 cc
Foro
79 mm
Hub
64 mm
Prestazione
98 CV
Coppia
108 NM
Numero di marce
6
Guida
Catena

Sospensioni e freni

Telaio
Doppio ciclo
Parte anteriore delle sospensioni
Telefork 43 mm
Viaggio:
130 mm
Puntone posteriore
Gamba centrale a molla
Viaggio:
136 mm
Posteriore sospeso
Forcellone un due braccetto
Freni davanti
Doppio disco
310 mm
Pneumatici nella parte anteriore
Zr
Freni posteriori
discoteca
240
Pneumatici posteriori
Zr

Ulteriori prove

Suzuki SV 650

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e

Suzuki GSX-S 750

Recensione

Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e
Oltre agli anni '900 retrò chiamati Z900RS, Kawasaki ha anche la forma moderna nella sua gamma, e